• Il tuo indirizzo IP: 3.235.179.111
  • Email Smistate: 16537
  • Postazioni connesse: 795
  • Coda interventi: 7
  • Media accettazione interventi: 0,4 m

Disaster recovery

Di cosa si tratta

Una soluzione in grado di garantire continuità di servizi anche in caso di disastro: un clone dormiente della vostra infrastruttura informatica, aggiornato ad intervalli regolari, pronto ad essere attivato qualora avvenga un evento disastroso (Incendio, allagamento, furto etc).

Grazie a questa soluzione si evitano sospensioni nell’erogazione del servizio, quindi perdita di tempo e interruzione del lavoro.

Come accedere al servizio

Una volta configurato e lanciate le sincronizzazioni periodiche, il nostro supporto tecnico attiverà il servizio nel momento in cui avrà constatato che l’infrastruttura principale è irrecuperabile.

I vantaggi di questa soluzione

Spesso, nel caso di problematiche dell’infrastruttura tecnologica, erroneamente si ritiene sia sufficiente un sistema di backup.

La certezza del dato è sicuramente importantissima, ed è la nostra priorità, ma altrettanto importante è interrompere il meno possibile il processo produttivo e ridurre i costi diretti ed indiretti collegati ad un evento disastroso.

Generalmente un episodio di questo genere, seppur raro, richiede settimane per il ripristino. Per questo è importante fare un’analisi dei rischi ed eventualmente valutare una soluzione di Disaster Recovery.

Facciamo un esempio concreto: si rompe un tubo dell’acqua e si allaga la sala server. Il server a contatto con l’acqua diventa inutilizzabile.

Le operazioni di ripristino della sala server consistono nell’acquisto e quindi nell’installazione e configurazione del nuovo server. Solo dopo la configurazione sarà possibile reimportare i dati recuperati dal backup.

Ma quanto costa ad un’azienda una settimana di down informatico?